Love Is the Devil. Study for a Portrait of Francis Bacon

Love Is the Devil: Study for a Portrait of Francis Bacon – Regno Unito/Francia/Giappone/Stati Uniti 1998 – di John Maybury Biografico/Drammatico/Romantico – 87′ Scritto da Fulvia Massimi (fonte immagine: imdb.com) Un flash nella vita del pittore inglese Francis Bacon: la vecchiaia, gli eccessi e il tormentato rapporto con il giovane amante George Dyer. E’ sufficienteContinua a leggere “Love Is the Devil. Study for a Portrait of Francis Bacon”

DIANE ARBUS: L’ANGELO NERO DELLA FOTOGRAFIA RANDAGIA

Diane Arbus ha fotografato l’infelicità e l’ingiustizia degli esclusi, degli ultimi e di tutti gli esseri estremizzati. Le sue fotoscritture di strada sono così profondamente antiche o moderne da non avere più età di Pino Bertelli “Quelli che nascono mostri sono l’aristocrazia del mondo dell’emarginazione… Quasi tutti attraversano la vita temendo le esperienze traumatiche. IContinua a leggere “DIANE ARBUS: L’ANGELO NERO DELLA FOTOGRAFIA RANDAGIA”

“The Dream Before”: l’angelo di Laurie Anderson (tra Howard Moss e Walter Benjamin)

Il punto principale del mio lavoro, in termini di scrittura,è mettere in questione le connessioni(Laurie Anderson)[1] Nell’ottobre del 1989 Laurie Anderson, la poliedrica artista americana che «dagli anni Settanta è una delle maggiori protagoniste dell’avanguardia newyorkese»[2], dava alle stampe il suo terzo album in studio, Strange Angels. Erano passati otto anni dal successo del singolo O Superman (for Massenet),Continua a leggere ““The Dream Before”: l’angelo di Laurie Anderson (tra Howard Moss e Walter Benjamin)”

Il limite superato

«C’è un quadro di Klee che s’intitola “Angelus Novus” (foto sotto). Vi si trova un angelo che sembra in atto di allontanarsi da qualcosa su cui fissa lo sguardo. Ha gli occhi spalancati, la bocca aperta, le ali distese. L’angelo della storia deve avere questo aspetto. Ha il viso rivolto al passato. Dove ci appareContinua a leggere “Il limite superato”

Il gabinetto del dottor Caligari (1920) di Robert Wiene

Hermann Warm Se non ci fosse stato questo studio sulla scenografia (e le ombre) probabilmente il film di Robert Wiene non sarebbe mai entrato nella storia del cinema. Non è però l’unico o il primo esempio di quello che, proprio grazie a questo particolare approccio visivo, ha preso il nome di espressionismo, uno stile cheContinua a leggere “Il gabinetto del dottor Caligari (1920) di Robert Wiene”